Riabilitazione sportiva

esame

Per riabilitazione in ambito sportivo si intende una terapia mirata al recupero funzionale di alcune parti del corpo che hanno subito un forte trauma durante la pratica sportiva.

A sottoporsi a un percorso di riabilitazione sportiva non solo solo atleti professionisti, ma anche persone “comuni” che, facendo sport, spesso senza un’adeguata preparazione, finiscono per procurarsi lesioni, distorsioni o altre tipologie di infortunio.

Il percorso riabilitativo terminerà nel momento in cui la lesione subita dal paziente sarà completamente guarita. Se ciò non accadesse, infatti, aumenterebbe il rischio di ricadute e recidive, impedendo così il ritorno al normale svolgimento delle attività fisiche.

Cosa cura la riabilitazione sportiva?

Attraverso un percorso terapeutico specifico è possibile trattare tutte le principali patologie dell’apparato muscolo-scheletrico derivanti da infortuni sia a livello agonistico che amatoriale.

Più nel dettaglio è possibile curare, per esempio:

  • Lesione alla cuffia dei rotatori della spalla
  • Lussazione della spalla
  • Distorsioni a ginocchio o caviglia
  • Tendinopatie del gomito
  • Ricostruzione dei legamenti crociati
Sport: quando la giusta preparazione è importante

Gli atleti che praticano quotidianamente attività sportiva sono, ovviamente, più soggetti a infortuni; sforzi muscolari prolungati, cadute durante gli allenamenti o scontri in gara sono tra le principali cause di lesione.

Chi non pratica sport a livello agonistico, ma dedica saltuariamente qualche ora all’attività fisica, invece, spesso sottovaluta l’importanza di un’adeguata preparazione atletica. I muscoli e le articolazioni, se sottoposte a particolari movimenti e sforzi a cui non sono abituati, tendono a cedere, causando lesioni, anche di natura importante. Mai improvvisare nello sport, anche quando praticato poche ore alla settimana o al mese.

Centro-medico-alto-tevere-servizi

prenota una visita